RAPERONZOLO

TEATRO RAGAZZI

GENERE

Fiaba musicale in atto unico

DURATA

55 minuti

PUBBLICO

Per tutti

SPAZIO SCENICO

Qualsiasi, min. 4x5 metri

PRESENTAZIONE

Da un cuore nero e un cuore bianco nasce la storia che andiamo narrando.
Nero è il cuore di Gothel la strega, bianco quello della principessa rapita
e della sua mamma che, mentre la sua nascita attende, di raperonzoli la voglia le prende!
E la smania di averli il suo sguardo conduce aldilà delle porte, nel giardino di Gothel la truce…
La regina finalmente contenta li coglie, e col fiore proibito si toglie le voglie.
Ma il fiore proibito, ahimè, ha da pagare un prezzo amaro: la bimba appena nata, il fiore più raro…

 

Raperonzolo è prima di tutto una fiaba, che parla di amore e di coraggio. Ambientata ieri ma attuale oggi, racconta di una bambina che si trova a vivere in una “campana di vetro” fatta di capelli e canzoni, sempre sognando di uscire e attraversare il bosco che, segreto e misterioso, circonda la sua casa. E’ la storia di un incontro con un principe-impostore, di un amore immaginario che la farà sognare e le regalerà coraggio e ali per cominciare a volare. I protagonisti sono madri, matrigne, principi veri e falsi, troll e menestrelli ma, soprattutto, protagonista è una bambina che vuole affrontare il bosco – fatto di paure, solitudine, desideri – per poter infine crescere.

 

L’allestimento, pensato per bambini della scuola materna ed elementare, alterna parti recitate a canzoni suonate dal vivo. In un continuo caleidoscopio il cantastorie non solo racconta l’azione degli attori ma la accompagna, la plasma, in certi casi la guida. Il risultato è una fiaba musicale costantemente varia e divertente, tra un sottofondo e una gag, tra una canzone dolce ed una buffa. Il fatto che la colonna sonora sia completamente suonata dal vivo contribuisce al risultato di un allestimento estremamente versatile che, nelle location più piccole, può essere rappresentato senza alcuna attrezzatura.

Testo Marzia Pistacchio
Musiche Andrea Chiovelli
Liriche Marzia Pistacchio (“Viva così” è di Andrea Chiovelli)

Regia Roberta Bonino
Scenografie Mauro Ferrari, Eleonora Paparella
Attrezzeria Michela Atzori
Direzione costumi Monica Redaelli
Trucco Michela Atzori
Acconciature Dolly Ukmar
Light Design Massimo Botta
Grafica Piero Tirone

Raperonzolo Jessica Battiston
Madre Gothel Roberta Bonino
Argante il Menestrello Dario Li Calsi
T Mauro Ferrari
Cantastorie Andrea Chiovelli

Un cuore nero e un cuore bianco
Viva così
Il troll impertinente*
Argante il menestrello errante
L’inganno*
In viaggio
La furia di Gothel*
Una Regina in fin di vita
Io intono e tu canti
Argante a corte*
Un nuovo coraggio

* brani brevi

GALLERY

raperonzoloweb

SCHEDA TECNICA

AUDIO

– Se necessario, impianto di amplificazione adatto alla location, microfoni panoramici (in alternativa 6 radiomicrofoni ad archetto Sennheiser EW100 o equivalenti) e mixer minimo 6 canali microfonici

LUCI E EFFETTI

– Piazzato frontale bianco e colorato, possibilmente con cambiacolore a LED
– Tagli colorati
– Minimo 2 teste mobili a terra o su traliccio
– Macchina del fumo
– Strobo

SIAE

Spettacolo non tutelato: testo e musiche originali

CONTRIBUTO

Da concordare

Contatti

info@natidaunsogno.it
SCUOLA: 349/2919855
COMPAGNIA: 349/3152391
SEGRETERIA: 338/2282096

Partners

ivg-logo-2015 ipercoop Logo-Maya

Compagnia affiliata FITA

logofita